Giulio Galasso - istruttore

Data di nascita: 02/04/1987

Nazionalità: Italiana

Titolo di studio: Perito Meccanico

Esperienza Nazionale ed Internazionale come atleta

  • Dal 1990 al 2001 atleta agonista di karate ed equitazione
  • Dal 1998 cintura nera 1° DAN di Karate
  • Dal 1999 al 2014 agonista di scherma
  • Dal 2000:
  • 2° classificato al campionato Italiano a squadre serie B1 di sciabola
  • 2° classificato al campionato Italiano a squadre A2 sciabola
  • 1° classificato al campionato Italiano a squadre A2 sciabola
  • Per 6 anni in serie A1 di sciabola
  • 2° classificato alla gara di Coppa del Mondo satellite a squadre a Gent Belgio
  • 1° posto per 2 anni alla Coppa Italia a squadre
  • 5°c classificato alla Coppa Europa a squadre
  • Partecipazione a numerosi Campionati Italiani

Esperienza come istruttore

 

  • Membro dello staff Gemina scherma San Giorgio di Nogaro
  • Per alcuni anni membro dello staff Fenice scherma Trieste
  • Istruttore di staff al ritiro internazionale Szombately fencing camp
  • Istruttore di staff al ritiro internazionale Gemina Training camp

 

Ho iniziato l’attività schermistica a San Giorgio Di Nogaro nella Gemina Scherma con il Maestro Dario Codarin (Ex Maestro della Campionessa Olimpionica Mara Navarria), in seguito con i miei attuali Maestri Sara Vicenzin e Christian Rascioni, attualmente tecnici della Nazionale e Maestri di numerosi atleti Azzurrini come Caterina Navarria.

All’ età di 18 anni ho preso il diploma di istruttore regionale ed ho iniziato ad aiutare i miei maestri sia alla società Gemina scherma che nella società Fenice scherma di Trieste.

Prendendo parte sempre come tecnico/atleta a ritiri sia intersala che internazionali.

Anche se ho preso il diploma di Istruttore Nazionale alle tre armi solo nel 2015, sono stato convocato come istruttore al ritiro internazionale “Szombately fencing camp”, organizzato dal CT della nazionale Ungherese di fioretto Antal Solti, dal 2013 ad oggi.

Oltre che della parte tecnica, mi occupo anche della parte di preparazione fisica e motoria e della parte di defaticamento di tutte le età.

Ho sempre voluto fare scherma fin da bambino, e quando finalmente ho avuto l’opportunità di praticarla, me ne sono innamorato grazie a due Maestri eccezionali, che non si sono limitati ad insegnarmi questo bellissimo sport, ma hanno saputo guidarmi sia sportivamente che nella vita, e mi hanno fatto crescere la voglia di trasmettere queste stupende emozioni agli altri.

Giulio Galasso on Facebook

 

copyright © 2016 ROBERTO MARES